giovedì 16 luglio 2009

VISTO....................

Ve l'avevo detto che una volta iniziato a lavorare non vi avrei più tediato con i miei post, ed in effetti è passato quasi un mese dell'ultimo post, ed io oggi sono andata dal mio medico per il controllo peso, e rullo di tamburi ho perso quasi 6 kg. vabbè ne devo perdere altri come minimo..........25, ma intanto ho iniziato.
Ma passiamo a altro, dovete sapere che circa tre settimane fa la mia mamma mi aveva portato una collana di una sua amica da sistemare, fatto sta che è andata persa nei meandri della mia casa, e se è vero che "quel che man non prende, canton di casa rende" vai a capire te quale è il canton dove devi andare a cercare, quindi ho rivoltato casa, e tra le varie foto ho trovato questa, Lei è la mia nonna materna, a 18 anni, mamma quanti ricordi guardando questa foto, era l'ottava figlia di una famiglia benestante per l'epoca, il mio bisnonno era un coltivatore di bachi da seta, di Scorzè era l'unica donna dopo sette fratelli maschi, quindi vi potete immaginare!!!
Ha sposato il mio nonno, hanno avuto 9 figli, e lei si è ritrovata a 45 anni vedova con il figlio più grande in Russia durante la seconda guerra mondiale, e il più piccolo di sei anni a casa, era la persona alla quale gli abitanti del paese si rivolgevano se dovevano scrivere una lettera al figlio al fronte o per rivoltare un cappotto per metterlo a nuovo.
Era una donna forte, non era una a cui piacevano le smancerie, io non mi ricordo o suoi baci o le sue carezze, ma che trovava sempre qualcosa da farmi fare, non sopportava vedere le persone con le mani in mano, mi ricordo i kilometri di catenella fatta per imparare a lavorare all'uncinetto, i suoi racconti quando io ragazzina di 14 anni preferivo passare le mie domeniche con Lei che ormai era vecchia e paralizzata a causa di un'ictus, i suoi capelli color dell'argento e lo chignon che ha sempre portato, le forcine di tartaruga, tutte le feste comandate passate con i miei zii e miei cugini nella sua casa grande , l'amore per la sua famiglia che ha trasmesso a noi, quando veniva a casa nostra per passare qualche giorno e dormiva in camera con noi bambini e ci faceva paura salvo poi sgnanasciarsi sotto le coperte. La carrozzina per le bambole che mi aveva regalato. Assomiglia tanto alla mia mamma, purtroppo io non le somiglio fisicamente ho preso più da mio papà, ma ho preso il suo carattere forte, è vero qualche volta sono un pò lagnosa, ma mi serve per scaricarmi e ripartire di slancio come ci ha insegnato Lei. Aveva una fede incrollabile, e questa l'ha aiutata a superare tutte le difficoltà che le se sono parate davanti, ha tirato su dei figli in maniera esemplare pur essendo da sola. Sapete a me è da un pò di tempo che frulla per la testa l'idea di organizzare una cena con tutti i cugini e ho fatto anche un pò di conti, compresi mariti e figli nuovi saremmo in 67, bel numero vero?? Visto che ultimamente se ne sono aggiunti due nuovi di fabbrica, un bimbo ed una bimba "Marcello" e "Anna" chissà Lei come sarebbe orgogliosa di vederci tutti riuniti assieme, e non è detto che non ci riesca, quando mi metto in testa una cosa è dura farmela passare, ecco anche in questo assomiglio a Lei.
Un baciotto Martina

6 commenti:

Apple ha detto...

Stellina perdonami ....nn mi sono fatta piu' sentire!!!!!!sai il mare con la pupa ...un po' di impegni di cucito...e il tempo e' volato!!!!!cmq sono felice del tuo dimagrimento ...anch'io cerco di recuperare il mio vecchio peso andando a correre!!!Bellissimo il ritrovamento della foto...e' bello scoprire qualcosa in piu' della propria famiglia!!!!!BACIOTTINO.

Country Nanny ha detto...

Che bella la tua nonna! Mi ha fatto ricordare la mia che se n'è andata troppo presto (anche lei a causa di un ictus) ma ha lasciato un segno indelebile dentro di me!
Era una donna super che, in tempo di guerra, è rimasta sola con un bimbo piccolo (mio nonno che era militare era al fronte), è dovuta sfollare a causa dei bombardamenti, affrontare un viaggio in nave per raggiungere mio nonno in servizio inn Sardegna...insomma una donna che non si è mai persa d'animo perché, anche lei, era sorretta da una grande fede.
Che belle queste nonne! E' giusto onorarle e rendere loro omaggio per quello che hanno fatto per noi.
Penso che sarebbe veramente felice se tu organizzassi quella riunione!
Un abbraccio.
Elisa

Nicoletta (Kiky) ha detto...

Grazie per aver condiviso la storia della tua nonna: a volte, conoscendo la vita di certe persone, sono portata a riflettere e confrontarmi.
Congratulazioni per il bel risultato raggiunto: sei chili non sono pochi, brava!
bella anche l'idea del mega-raduno familiare: credo che sai una bella cosa da fare!
un abbraccio
Nico

ilmondodiiris ha detto...

Che bellissima donna, e che eleganza, che belli questi racconti, io spesso riguardo le foto dei bisnonni e dei nonni per farli vedere ai miei bimbi.
Abbasso la dieta.

Angela

Francesca ha detto...

Che nonna eccezionale che hai avuto, garzie per averci raccontato un pò di lei,di te e della tua famiglia.
Complimenti per i 6 kg persi, io mi son farmata a 4 e per tornare al mio peso di sempre avuto prima delle due due gravidanze ne devo perdere altri 15!! speriamo di farcela.
un bacio
Fra

Merybi ha detto...

Bella la tua nonna, ha fascino! Grazie per il racconto..... non bisogna dimenticare queste donne forti che hanno avuto la forza di allevare ed educare i figli da sole, con i mariti in guerra!
Complimenti per il peso.... non mollare!
Un abbraccio
ciao
Lilia