martedì 2 dicembre 2008

Cosa mi piacerebbe ricevere per Natale




Girovando tra i vari blog sono passata per uno di una mamma come me che lavora, e mi sono ritrovata in questo post che lei ha scritto, ecco io l'ho un pò modificato, ma il suo pensiero è anche il mio. Anche se stasera mentre portavo Anna a canto dopo cena, pensavo che sono veramente fortunata ad aver due "pargoli" così Anna è un pò introversa, ho forse in questo periodo è solo in piena tempesta ormonale, ma a parte questo non mi dà nessun tipo di pensiero, la settimana scorsa ci hanno consegnato la pagellina di metà quadrimestre e va bene ma veramente tanto bene in tutte le materie e Giò il mio patatone fa 5 anni a gennaio ma la madre al colloquio individuale mi ha già detto che l'anno prossimo può iniziare la scuola ed io vedo in lui ogni giorno un cambiamento, sta veramente maturando e a volte mi sembra impossibile che siano già passati 5 anni da quando me l'hanno messo in braccio e ci sian guardati per la prima volta.


Ciò nonstante ecco quello che vorrei a Natale.




"cosa vorresti di più di tutto tutto tutto tutto?"

cosa vorresti? una casa più grande, un frigo con il distributore di cubetti di ghiaccio, un amante, un personal trainer, il biglietto vincente della lotteria, dieci anni di meno, un paio di stivali da dominatrix, la pancia rientrante, la caduta permanente dei peli superflui, i capelli rossi a fusillo, glutei d'acciaio, una casa in montagna... insomma, che vuoi?"
"il part-time"
"il part-time?"
"il part-time"
Già, vorrei il part-time. perché con il part-time smetterei di correre e inizierei a pensare, avrei più tempo per chiacchierare con la mia tata più grande e per ascoltare le rime di quello piccolo e li andrei a portare e riprendere a scuola con più calma no che come adesso che Anna arriva con mezz’ora di anticipo e Giò con un’ora e mezza, e quando lo vado a riprendere e sempre da solo in classe per ultimo. Con il part-time leggerei molto, ogni tanto chiuderei gli occhi, e tutti i giovedì pomeriggio prenderei il tè con un'amica. con il part-time farei la crostata e un bagno caldo ogni tanto e sarei una persona migliore. con il part-time mi metterei persino la crema idratante.con il part-time sorriderei e non avrei così spesso voglia di piangere e paura di cadere in pezzi.con il part-time sarei più simpatica e sarei contenta, avrei più tempo da dedicare ai miei hobby, invece di sentirmi sola e stremata. con il part-time sarebbe tutto più facile.Vorrei il part-time perché sono stanca e non è giusto che io lo sia, almeno non così tanto. perché il part-time è un segno di civilità, di attenzione, di apertura, di ascolto, di mediazione, di fiducia, di impegno e di rispetto. perché il part-time in altri paesi è un diritto e una consuetudine, non un insulto, una forma di insubordinazione, una dichiarazione di resa.vorrei un lavoro, il mio lavoro, part-time. ma non è possibile, dicono. e così di part-time ho solo il marito.




Un baciotto Martina


9 commenti:

laura ha detto...

bellissimi i figli che hai ,e per quanto riguarda la lettera ,anche se nn lavoro,condivido in pieno tutto...anche se i glutei d'acciaio e la pancia rientrata nn mi dispiacerebbero...ma forse lo dico solo perche' mi sento una balenottera spiaggiata!!!! ciao laura

Nonna Papera ha detto...

Che dirti? ti abbraccio forte...sei dolcissima!

fiore_labs ha detto...

Marty... come ti capisco, e non ho figli!!!
Fortunatamente nella mia azienda ci sono più persone a part time negli uffici che quelle a tempo pieno.. ma mi rendo conto che è una caso isolato...
Un baciotto
Fiore

Merybi ha detto...

Martina carissima, ti capisco benissimo.... io ho avuto la fortuna di ottenere il part-time quando mia figlia ha iniziato la prima elementare e l'ho fatto per 10 anni.... mi è pesato molto rientrare a tempo pieno (ora lavoro sino alle 18).
Avevo tutti i pomeriggi liberi, portavo mia figlia a nuoto ad atletica, la seguivo nei compiti, andavamo in giro, avevo tempo per i miei hobby, la sera non ero stanca come adesso per la felicità di mio marito... (bè son passati anche gli anni).... sono stata la prima ad ottenerlo e per anni anche l'unica.... tante mi invidiavano ma quando si tratta di toccare il tasto "soldini" cambiavano subito idea! Io non ho pensato minimamente ai soldi, mia figlia era più importante, non rimpiango nulla, anzi, sono stata felicissima di aver avuto tl tempo per fare tante cose. Ti hanno detto per certo che non te lo danno???
Ti sono vicinissima, un bacione grandissimo ai tuoi bellissimi bimbi! Ciao
Lilia

Cinzia ha detto...

Hai due figli bellissimi!
E loro hanno una mamma dolcissima!
Per il resto ti capisco benissimo...
Un baciotto
Cinzia

Francesca ha detto...

Marty!!!! lo sapevo che eri tu però non avevo la certezza allora per non fare brutte figure , cosa che mi riesce in modo eccellente direi ;), non ho azzardato.
ah, ok è il tuo pif............ma hai esagerato! mi hai mandato un sacco di cose, mi piacciono tutte! il babbino lo adoro, la candela è arrivata sana.
GRAZIE!!! sei veramente una cara ragazza
ti abbraccio forte forte
Fra

Iaia ha detto...

Ti auguro che Babbo Natale ti porti il meritato part-time, ma che comunque doni tanta serenità a te e alla tua bella famiglia.
Un abbraccio forte e un superbaciotto...Iaia.

emilia ha detto...

Ciao Martina, ti ho mandato una mail....sei arrabbiata ?
Un bacione e scusa ancora per il ritardo.

chiara ha detto...

condivido in pieno..una donna, a maggior ragione una mamma, ha tutto il diritto di avere una part time perchè vivere appieno le giornate e la famiglia è un diritto..che chissà come qui in Italia poco si ricorda.. che dire..capisco ancora di più il tuo senso di frustrazione quando mi hai scritto che vorresti giornate di molte più ore..il tempo è, purtroppo, l'unica cosa che proprio non si può modificare..godi ogni minuto con l'intensità di un'ora e già qualcsoa sarà
baciotto